Martedì, 12 Luglio 2022 07:10

CRESCE IL MARCHIO FERRARIS NEL MONDO: +60% EXPORT NEI PRIMI SEI MESI.

I vini Ferraris parlano tutte le lingue del Mondo. Nel corso del primo semestre del 2022, si è infatti registrato un incremento di 60 punti percentuali, per quanto riguarda l’export, rispetto allo stesso periodo del 2021. Oggi le vendite all’estero ricoprono così quasi il 30% del business aziendale, oltre il 10% in più rispetto all’anno precedente. Il Ruchè conquista sempre più terreno oltre-oceano, negli Stati Uniti dove Luca, periodicamente, incontra importatori e clienti.

Questo, però, non preclude il forte legame che, da sempre, unisce la famiglia Ferraris con il suo territorio. La conferma è la crescita, a doppia cifra, anche delle vendite nel settore HoReCa Piemonte con + 50%.

Il progetto Ferraris conquista sia attraverso i vini, sia grazie alle proposte turistiche, capaci di rispondere a un turismo sempre più sostenibile e attento alla natura. Rispetto al 2021, si è infatti annoverato un aumento del 40% delle presenze. Piacciono sia le visite in cantina, sia l’esperienza all’interno del Museo Ferraris, unico per la raccolta della storia contadina della famiglia e per gli infernot, oltre all’AgriChiringuito, completamente immerso nella natura. Complessivamente, 12.700 persone hanno conosciuto le molteplici sfumature del Ruchè.

 

Un anno, il 2022, che offre ottime premesse: +32%, complessivamente, rispetto all’anno precedente. Un sogno quindi possibile grazie a chi, ogni giorno, con entusiasmo, alimenta un progetto. Il grazie più grande va a tutta la squadra.

Letto 78 volte